Balotelli torna a casa

Mario Balotelli ha annunciato su Instagram il suo rientro in Italia con il Brescia, il suo club natale.

Dopo tante supposizioni sulla sua destinazione finale, ora ha fatto la sua scelta e probabilmente era ciò di cui
aveva bisogno. Altri giocatori, come Roberto Baggio, Pep Guardiola, Luca Toni e Gheorghe Hagi, in passato, hanno trovato il loro equilibrio proprio giocando per il Brescia.

Dopo aver lasciato Marsiglia, non è stata una sorpresa che la sua reputazione richiamasse molti
pretendenti, eppure i due team che se lo sono conteso provenivano da sfere molto diverse del mondo del
calcio. Le opzioni erano tornare allo Stadio Mario Rigamonti per realizzare il sogno di giocare per il Brescia
al suo ritorno in Serie A o in alternativa andare in Brasile.

L’idea di Balotelli che gioca per il Flamengo al fianco del famigerato Gabriel Barbosa ha fatto sicuramente
sognare molte persone, immaginando quale distruzione avrebbero potuto causare in campo ma questi
sogni sono stati tutti infranti con l’acquisizione di Super Mario da parte del Brescia.
Mario Balotelli sarà di nuovo sotto i riflettori dei media in Italia, ai quali, nel bene o nel male, ha sempre
offerto un po’ di spettacolo, staremo a vedere cosa combinerà.

L’allenatore Eugenio Corini ora ha un cannone da aggiungere al suo arsenale e sotto l’occhio vigile del
presidente Massimo Cellino avrà l’arduo compito di inserirlo in squadra conferendogli il ruolo più adatto.

C’è un aspetto da non trascurare, ovvero che il contratto dell’ex attaccante del Marsiglia era scaduto. Il club
francese scelse di non estenderlo nonostante Balotelli abbia segnato 8 gol in 15 presenze. Prima del
Marsiglia, il ventinovenne aveva trascorso due anni e mezzo sulla Costa Azzurra con l’OGC Nice, dove ha
totalizzato ben 33 gol in 51 presenze. Anche a Nizza quindi non ostante tutto andasse bene sul campo di
gioco le relazioni si sono separate, in particolare con l’allenatore Patrick Vieira.
Ciò che invece è fondamentale per Brescia è che questa mossa non conquista solo cuori e menti, Balotelli è
ancora un ottimo giocatore e il suo summenzionato record con Marsiglia e OGC Nice parla da solo. L’OGC
non voleva lasciarlo andare, ma le sue crescenti frustrazioni con il Coach lo hanno portato a una sfortunata
fine.

Le Rondinelle non possono prendere molto dalla pre-stagione, che per la cronaca è stata abbastanza
buona. L’uscita per via del Perugia dalla Coppa Italia può essere vista come una benedizione piuttosto che
una delusione. Tutti i tifosi del Brescia sicuramente sognano di vedere Sandro Tonali che fa un assist
accurato ai piedi di Balotelli che chiude l’azione con la palla in rete. Mentre un giocatore del calibro di
Alfredo Donnarumma sarà un buon partner per Mario, la loro squadra, relativamente giovane, dovrà
rivolgersi ai vecchi capi quali Daniele Dessena e Daniele Gastaldello per aiutarli.
Quindi, eccolo qui, Balotelli è tornato e in una squadra in cui può investire. Se l’attaccante offrirà tanto
quanto ha fatto all’OGC Nice, allora il Brescia ha fatto una delle migliori firme dell’estate, ma forse per ora è
un po’ troppo presto per dirlo.

Lascia un commento