Cagliari 4 – 3 Sampdoria

Il Cagliari si é rialzata dopo uno svantaggio di due gol per portare a casa una sensazionale vittoria per 4-3 sulla Sampdoria, grazie al colpo di testa al 96mo minuto di Alberto Cerri.

Il Cagliari era senza Fabrizio Cacciatore e Robin Olsen, sospesi contro Samp, che aveva problemi simili alle spalle, costringendo il centrocampista Morten Thorsby a partire da terzino destro.

La partita mette insieme due delle squadre più in forma della Serie A, entrambe imbattute nelle ultime quattro partite.

Tutto inizia al 38° minuto, quando Fabio Quagliarella ha piazzato un calcio di rigore nell’angolo in alto a sinistra per il suo primo gol da settembre, dopo che Luca Pellegrini aveva lasciato dietro di sé Manolo Gabbiadini.

Non passa molto tempo dopo nella ripresa, che Gaston Ramirez, nel giorno del suo 29mo compleanno, approfitta di una palla lunga per portare in rete da distanza ravvicinata, sorprendendo Rafael, e confermando il vantaggio con 0-2.

Tuttavia, Radja Nainggolan è stato all’altezza della sua nomina a Giocatore del mese di Serie A per il mese di novembre, infilando in rete dalla distanza.

Con la stessa rapidità, la Samp ha colpito di nuovo con Quagliarella, che ha messo a segno un tiro al volo sfoggiando ancora una volta alta precisione.

Ma i sardi, consapevoli che una vittoria li avrebbe portati in un posto in Champions League, sono tornati in pari grazie a due finezze di Joao Pedro, prima con un tacco all’indietro con un tiro nell’angolo in basso, per poi di mettere a segno dopo un cross di Nainggolan.

Tutto il trambusto fatto nella scorsa stagione per il trasferimento di Cerri per 9 milioni ha portato i suoi frutti, quando l’ex attaccante della Juventus è riuscito a far vincere un Cagliari quasi sconfitto, sul filo del 96mo minuto.

Lascia un commento