Risultati delle Finali ATP, Next Gen e della Coppa Davis

Le ATP Next Gen Finals 2019 di Milano

La terza edizione delle ATP Next Gen Finals svoltesi a Milano dal 5 al 9 Novembre 2019 hanno visto trionfare la stellina nascente del tennis italiano, invitato alla manifestazione grazie ad una wild card, Jannik Sinner. L’altoatesino ha vinto e convinto dimostrando che nei prossimi anni sentiremo molto parlare di lui. Succede nell’albo d’oro a Tsitsipas e Chung Hyeon.

Il torneo (che non dà punti ATP ma “solo” un montepremi in denaro) si è giocato con regole sperimentali e su campi senza corridoi. Si è giocato al meglio di 5 set, con i set che venivano vinti conquistando 4 game e con il decisive point sul 40-40 senza passare per i vantaggi. Tutte regole che credo non rivedremo più.

Nel gruppo A, De Minaur ha dominato gli avversari Kecmanovic, Ruud e Davidovich Fokina terminando il girone a punteggio pieno e lasciando solo 2 set agli avversari in totale. Al secondo posto si è classificato Kecmanovic che si è imposto 3-0 negli incontri con gli altri 2 avversari. Al terzo posto Ruud grazie al successo su Davidovich Fokina per 3-2.

Nel Gruppo B, Jannik Sinner ha vinto facilmente i primi 2 incontri contro Tiafoe e Ymer (3-1 e 3-0) per poi essere sconfitto da Humbert 3-1 nella terza giornata, quando era già sicuro del primo posto nel girone. Tiafoe, dopo aver battuto Humbert 3-1, ha regolato anche Ymer per 3-0 nel match decisivo per il secondo posto, mentre Ymer aveva battuto Humbert 3-1 nel primo incontro, finendo così al terzo posto.

Bellissime e combattute le semifinali che hanno visto De Minaur e Sinner liberarsi rispettivamente di Tiafoe e Kecmanovic per 3-1.

La finalissima ha visto un SInner mostruoso distruggere De Minaur per 3-0 senza mai subire nemmeno un break e con colpi che hanno mandato in estasi i tantissimi spettatori presenti.

Le ATP Finals 2019 di Londra

Nelle finali di Londra abbiamo assistito a una sorpresa in negativo, Medvedev che tutti davano in gran forma è uscito con le ossa rotte vincendo un solo set in 3 incontri. Da segnalare anche le eliminazioni ai gironi di Nadal e Djokovic.

Matteo Berrettini aveva una montagna da scalare, testimoniata anche dal fatto che nessun italiano aveva mai vinto nemmeno un match alle finali. Finora. Al terzo tentativo, il giovane Berrettini ha battuto Thiem dando all’Italia il primo punto di sempre della manifestazione. Nelle altre due partite, all’esordio contro Djokovic non è mai stato praticamente in partita ed ha perso 2-0 con 3 soli game vinti, ma già nella seconda partita ha portato Federer al Tie-Break prima di cedere il primo set e poi il secondo. È giovane e sicuramente è stata una grande esperienza.

Alle semifinali si sono qualificati quindi Tsitsipas e Zverev nel gruppo A e Thiem e Federer nel gruppo B. In semifinale Thiem e Tsitsipas superano rispettivamente Zverev e Federer per 2-0. La combattutissima finale ha visto prevalere Tsitsipas per 2-1.

La Coppa Davis 2019

Avendo già parlato del nuovo formato in un precedente articolo, riporto solo i risultati e qualche considerazione.

Il torneo è stato vinto meritatamente dalla Spagna in finale contro il Canada.

Gruppo A: Serbia 2, Francia 1, Giappone 0
Gruppo B: Spagna 2, Russia 1, Croazia 0
Gruppo C: Germania 2, Argentina 1, Cile 0
Gruppo D: Australia 2, Belgio 1, Colombia 0
Gruppo E: Gran Bretagna 2, Kazakistan 1, Olanda 0
Gruppo F: Canada 2, USA 1, Italia 0

Quarti

Canada-Australia 2-1
Russia-Serbia 2-1
Regno Unito-Germania 2-0
Spagna-Argentina 2-1

Semifinali

Canada-Russia 2-1
Spagna-Regno Unito 2-1

Finale

Spagna-Canada 2-0

L’Italia esce con 3 sconfitte ma molto bugiarde per quanto visto in campo. L’ultima soprattutto con la farsa del doppio finito dopo alle 4.04 di mattina con entrambe le squadre già eliminate (vero Australia e Belgio???).

Comunque, orari assurdi sia al mattino che a notte inoltrata con praticamente 0 spettatori, una formula in cui devi calcolare ogni set o addirittura game vinto, partite inutili giocate svogliatamente o addirittura abbandonate che possono favorire/sfavorire qualcun altro, giocatori visibilmente stanchi e fisicamente provati. QUESTA COPPA DAVIS NON PIACE A NESSUNO TRANNE ALLA SPAGNA PADRONA DI CASA. Speriamo che qualche regola venga cambiata per il prossimo anno.

Lascia un commento