Qualificazioni Agli Europei Itineranti 2020

Perché Europei Itineranti?

Per il 60° anniversario dalla nascita della manifestazione, la UEFA ha organizzato questa 16a edizione senza assegnarla ad una nazione specifica (o coppia di nazioni), ma affidandola a 12 città di 12 nazioni diverse, in ordina alfabetico: Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco di Baviera, Roma, San Pietroburgo. Non ci sono quindi squadre qualificate di diritto come Paese ospitante. Si qualificano in 24, 20 dai gironi di qualificazione di cui parlerò in questo articolo, e 4 vincitrici dei play-off che verranno disputati tra il 26 e il 31 marzo 2020, con delle eccezioni in caso di squadre già qualificate dai gironi e presenti nei play-off.

Situazione nei gironi

GRUPPO A

Come da previsioni l’Inghilterra sta dominando il girone e potrebbe chiudere il discorso qualificazione già in ottobre vincendo le prossime due gare in Repubblica Ceca e Bulgaria. La Repubblica Ceca si è complicata la vita perdendo clamorosamente in Kosovo e quest’ultimo potrebbe scavalcarla in classifica al secondo posto battendo il Montenegro in casa.

GRUPPO B

L’Ucraina è saldamente al comando del gruppo approfittando del pareggio ottenuto in Portogallo nella partita di esordio e del successivo passo falso di questi ultimi in casa contro la Serbia. Ucraina e Portogallo hanno due partite assolutamente semplici contro Lituania e Lussemburgo prima di scontrarsi tra loro in casa dell’Ucraina, con la Serbia che potrebbe restare a ridosso del secondo posto vincendo in Lituania.

GRUPPO C

Nel gruppo C, Germania e Irlanda del Nord sono appaiate in testa a 12 punti, con l’Olanda subito dietro a 9 punti. Lo scontro diretto Olanda – Irlanda dirà di più sulle sorti di questo girone con la Germania che vincendo in Estonia dovrebbe staccarsi e mettere un piede alla fase finale. Per l’Olanda poi c’è un’ancora di salvezza con la trasferta in Bielorussia, ma se dovesse perdere in casa con l’Irlanda del Nord le speranze di qualificazione sarebbero davvero poche.

GRUPPO D

Irlanda, Danimarca e Svizzera ai primi 3 posti e racchiuse in 3 punti. Per la Svizzera due scontri diretti, in Danimarca e in casa contro l’Irlanda. La Svizzera è quindi padrona del proprio destino, mentre l’Irlanda ha un’altra partita agevole in trasferta in Georgia che potrebbe regalarle qualche punto per la qualificazione. Danimarca e Svizzera affronteranno e incasseranno 3 punti contro Gibilterra in novembre.

GRUPPO E

Il gruppo E è molto indeciso con 4 squadre in 4 punti. Il Galles affronterà la Slovacchia in trasferta e la Croazia in casa: se viene sconfitta in entrambe le partite sarà praticamente eliminato, ma in caso di vittoria rimetterebbe tutto in discussione. La Croazia inizia sfidando l’Ungheria in casa e vincendo metterebbe una seria ipoteca sulla qualificazione, con la stessa Ungheria che dovrà poi affrontare l’Azerbaigian in casa per ottenere 3 punti importantissimi.

GRUPPO F

La Spagna domina il girone a punteggio pieno dopo 6 partite e vincendo in Norvegia avrebbe il posto garantito al 99%. Dietro si danno battaglia per il secondo posto Svezia, Romania e Norvegia. La Svezia giocherà contro Malta prima di ospitare la Spagna, la Romania giocherà nelle Isole Far Oer per poi sfidare in casa la Norvegia e con 6 punti potrebbe quasi ipotecare il passaggio alla fase finale del torneo.

GRUPPO G

5 squadre in 5 punti e può succedere di tutto. La Polonia potrebbe scappare via e garantirsi la qualificazione vincendo con Lettonia e Macedonia. Per Slovenia, Macedonia, Austria e Israele degli importantissimi scontri diretti. Per l’Israele anche 3 punti tecnicamente più semplici in casa contro la Lettonia.

GRUPPO H

Turchia e Francia, prime a 15 punti, si giocano la qualificazione in Francia nella seconda partita di questo turno. Prima, la Turchia ospiterà un’agguerrita Albania, mentre la Francia sarà in Islanda. Per Islanda e Albania poi, due facili sfide ad Andorra e Moldavia che potrebbero chiudere il gap con le prime.

GRUPPO I

Poco da dire nel gruppo I. Belgio (18) e Russia (15) sono praticamente già qualificate e affronteranno San Marino e Kazakistan i primi, e Scozia e Cipro i secondi.

GRUPPO J

Italia che si qualifica battendo in casa la Grecia o il Liechtenstein in trasferta. Bosnia, Finlandia, Armenia e Grecia avranno sfide incrociate che potrebbero quasi garantire il secondo posto alla Finlandia.

Lascia un commento