Risultati dei Tornei di Tennis ATP in Ottobre e Programma di Novembre

Nelle prime 3 settimane di ottobre si sono disputati tornei importanti in tutto il mondo nelle categorie 250 e 500 che hanno quasi chiuso il discorso qualificazione per le finali ATP di Londra e Milano (Next Gen). A fine ottobre c’è il prestigioso Masters 1000 di Parigi – Bercy che definirà le classifiche race definitive per le qualificazioni alle finali.

Ottobre

Matteo Berrettini (con record personale del 9° posto assoluto ATP) e Jannik Sinner (dall’inizio dell’anno ha guadagnato 700 posizioni, entrando nei top 100, ora 93°) ci hanno dato non poche soddisfazioni. Seppur non abbiano vinto alcun torneo, hanno vinto molte partite importanti e raggiunto risultati incoraggianti per il futuro del tennis italiano. Sinner ha così ricevuto la wild card per la partecipazione alle finali Next Gen, indipendentemente dai prossimi risultati. Fognini ha invece alternato partite entusiasmanti, vinte o perse per poco, a clamorose cadute.

Dopo i tornei orientali in Cina a Shangai (Fantastico Medvedev) e Pechino (Thiem) e in Giappone a Tokyo (Djokovic) di inizio mese e quelli europei di Anversa (Murray), Vienna (Ancora Thiem), Basilea (Immenso Federer a casa sua) e Mosca (Rublev) della terza settimana, la situazione per la classifica race, che tiene conto solo dei migliori risultati dell’anno solare, vede 6 atleti già matematicamente sicuri della qualificazione: nell’ordine, Nadal, Djokovic, Federer, Medvedev, Thiem e Tsitsipas. Seguono Zverev (7°) e Berrettini (8°) che a questo punto sono i favoriti per gli ultimi due posti, ma tutto si deciderà a Parigi. Sono infatti addirittura 10 i giocatori ancora matematicamente in corsa.

Oltre ai due già citati, c’è il nostro Fabio Fognini, ma in compagnia di avversari molto agguerriti come Monfils, Bautista e Goffin che con un exploit potrebbero mettere a repentaglio anche la posizione di Berrettini. Più staccati Nishikori, Schwartzmann, Wawrinka e Khachanov che dovrebbero non solo vincere, ma sperare anche in una contemporanea disfatta di molti tennisti davanti a loro nei primi turni del torneo.

La clamorosa rinuncia di Federer alla partecipazione al torneo di Parigi, lascia aperte moltissime possibilità, vedremo chi sarà più bravo a sfruttare l’occasione. Grazie a questa rinuncia, il nostro Seppi entra nel tabellone principale come Lucky Loser.

Già decisa invece la classifica race Next Gen con Sinner che si qualifica come 8° grazie alla wild card. Già annunciate le assenze di Tsitsipas (perché qualificato alle più importanti ATP Finals di Londra) e Aliassime per infortunio, vedremo De Minaur, Shapovalov, Tiafoe, Ruud, Kecmanovic e Humbert sfidare il nostro baby prodigio per la conquista di questo torneo che però ricordiamo non da punti ranking come il “fratello maggiore”, ma solo il montepremi in denaro.

La riserva uscirà da un mini torneo a cui partecipano i migliori prospetti italiani, Moroni, Zeppieri, Musetti, Dalla Valle, Forti, Berrettini J., Balzerani e Maggioli. Questa riserva prenderà eventualmente il posto in caso di rinuncia da parte di un altro concorrente già qualificato.

Novembre

Il re Djokovic ufficialmente abdicherà dal numero 1 della classifica ATP il prossimo 4 novembre a favore di Rafael Nadal. Federer ora 3° potrebbe essere scavalcato russo Medvedev a coronamento di un’annata pazzesca che lo ha visto disputare 6 finali consecutive, se riuscisse a raggiungere le semifinali.

Novembre si prospetta interessantissimo per gli amanti di questo sport. Inizierà con le ultime fasi del torneo di Parigi Bercy che si conclude il giorno 3. L’attenzione si sposterà poi alle finali Next Gen a Milano dal 4 all’8, subito prima delle ATP Finals che si disputeranno a Londra dall’11 al 18 e che forse mai come quest’anno saranno combattutissime (Io prevedo Medvedev vincitore, NdR).

Le ATP FInals sono un torneo che pur essendo riservato ai migliori 8 tennisti dell’anno, non dà gli stessi punti ranking di un torneo del Grande Slam. Il nostro Berrettini, se si qualificasse, potrebbe però darci immense e indimenticabili soddisfazioni.

Dal 18 al 24 novembre, vedremo poi la Coppa Davis nel nuovo formato che si svolgerà in 7 giorni a Madrid, nei campi del magnifico complesso sportivo di Caja Mágica. L’Italia è nel Gruppo Mondiale che giocherà per il titolo e quindi sarà un appuntamento da non perdere! Per quanto riguarda la nuova formula, ne parleremo nel dettaglio in uno dei prossimi articoli.

Lascia un commento