Verdetti Finali della Bundesliga 2019 – 2020

Classifica Finale e Qualificazioni alle Coppe Europee

Non sono mancati dei risultati sorprendenti nelle ultime giornate, ma la classifica finale rispecchia l’andamento di tutta la stagione. Ci sono stati due sorpassi all’ultimo respiro, decisivi per la qualificazione diretta in Europa League e per la retrocessione.

1. Bayern Monaco

82

Campione di Germania

2. Borussia Dortmund

69

Champions League

3. Lipsia

66

Champions League

4. Borussia Mönchengladbach

65

Champions League

5. Bayer Leverkusen

63

Europa League

6. Hoffenheim

52

Europa League

7. Wolfsburg

49

Europa League (Qualificazioni)

8. Friburgo

48

9. Francoforte

45

10. Hertha Berlino

41

11. Union Berlino

41

12. Schalke 04

39

13. Mainz

37

14. Colonia

36

15. Augusta

36

16. Werder Brema

31

Spareggio Salvezza – Promozione

17. Fortuna Düsseldorf

30

Retrocessa in Zweite Bundesliga

18. Paderborn

20

Retrocessa in Zweite Bundesliga

Il Bayern Monaco si è laureato campione di Germania per la trentesima volta continuando a dominare il palmares. Curiosità da notare, la seconda squadra per titoli di Germania vinti è il Norimberga a 9, di cui l’ultimo nel 1968! Il più rinomato Borussia Dortmund è solo terzo in questa speciale classifica con 8 titoli tra il 1956 e il 2012!

Il Borussia Dortmund si qualifica senza troppi problemi alla Champions League da seconda in classifica, anche se dopo aver perso il titolo ha lasciato per strada molti punti. Assieme a lei, vanno nell’Europa che conta anche RB Lipsia e Mönchengladbach, che hanno avuto la meglio all’ultima giornata sul Bayer Leverkusen.

Quest’ultima, il Bayer Leverkusen, si qualifica ai gironi di Europa League assieme all’Hoffenheim che ha sorpassato all’ultima giornata il Wolfsburg, costringendolo alle qualificazioni. Nell’ultima giornata, infatti, l’Hoffenheim ha incredibilmente dominato il Dortmund 4-0 in trasferta, mentre il Wolfsburg ha perso con lo stesso risultato in casa contro
il Bayern.

Retrocessioni

Al Paderborn, ultimissimo e già rassegnato alla retrocessione da tempo, si è aggiunto il Fortuna Düsseldorf che si è fatto sconfiggere all’ultima giornata 3-0 dall’Union Berlino, facendosi così scavalcare in classifica al terz’ultimo posto dal Werder Brema che ha invece stravinto la sua partita per 6-1 contro il Colonia già salvo.
In Germania, la terz’ultima di Bundesliga non retrocede immediatamente in Zweite Bundesliga, ma affronta uno spareggio salvezza/promozione contro la terza classificata appunto in Zweite Bundesliga.

Promozioni dalla Zweite Bundesliga

Arminia Bielefeld e Stoccarda passano come prima e seconda classificata e giocheranno in Bundesliga nella prossima stagione 2020 – 2021. Al terzo posto si classifica l’Heidenheim, pur uscendo sconfitto nell’ultima giornata, ma la quarta in classifica, l’Amburgo, ha perso rocambolescamente in casa per 5-1, quando le bastava anche un pareggio per qualificarsi allo spareggio promozione.

Lo Spareggio Werder Brema – Heidenheim

Nell’ultimo appuntamento stagionale, come già detto, si affrontano la terz’ultima di Bundesliga contro la terza classificata in Zweite Bundesliga.
Al Weserstadion di Brema, si è giocato il 2 Luglio la partita di andata tra Werder Brema e Heidenheim. I padroni di casa hanno avuto un gran possesso, ma anche se non hanno mai realmente rischiato nulla, non sono riusciti a segnare nemmeno un gol e anzi hanno rimediato un’espulsione nei minuti finali. La partita è terminata tristemente 0-0 e i tifosi del Werder erano davvero disperati in vista della partita di ritorno.

Il ritorno si è giocato ad Heidenheim 4 giorni dopo, il 6 Luglio. Le cose si sono messe subito nel migliore dei modi per il Werder Brema. Un difensore della squadra avversaria ha fatto già al terzo minuto di gioco un autogol incredibile, tirando un missile sul sette della sua porta.

In quel momento ai padroni di casa servivano 2 gol per la promozione, ma c’era tutta la partita davanti. Invece, è stata il Werder Brema a dominare il gioco sfiorando il raddoppio in moltissime occasioni. Al minuto 85 il risultato è sempre 0-1 e le cose sembrano già decise… e invece arriva in contropiede il gol del pareggio. 5 minuti più recupero per sognare. Niente da fare, al 94° il Werder torna in vantaggio e la partita si chiude al 97° dopo il gol del pareggio definitivo per 2-2 su rigore.

Lascia un commento