Come scommettere

La storia delle scommesse sportive è molto interessante. È una pratica che risale sin dall’alba dei tempi, ma nel modo in cui la conosciamo noi può essere datata a due secoli fa, quando è esploso questo fenomeno. Complice dell’evoluzione delle scommesse sportive è stata la diffusione di internet che ha permesso di avere un sempre maggior numero di seguaci.

Qui a Gallina scommesse offriamo una guida una guida per principianti e non delle scommesse online.

Prima fase: Iscrizione

Il primo passo da compiere è quello di iscriversi a un sito di scommesse che più si addice alle preferenze dello scommettitore quali le opzioni di pagamento e di riscossione, le questioni relative al gioco responsabile ed altri aspetti. Qui sarà richiesta l’immissione dei dati personali e un deposito di denaro.

I siti di scommesse trattano molti sport quali calcio, basket, tennis, corse di cavalli, cricket, fino ad arrivare a sport più di nicchia quali biliardo, freccette e tanti altri.

Imparare a Scommettere

L’intenzione è quella di mettere in luce all’operatore tutti i problemi che ruotano intorno alle scommesse sportive e offrire dei consigli di persone con esperienza nel campo. Il tutto partendo appunto dalle basi per i principianti fino ad arrivare ad tematiche sempre più complesse.

Quindi si andranno ad analizzare i diversi tipi di scommesse sportive, i sistemi, le strategie, suggerimenti ed esempi che siano di facile comprensione per il lettore.

Strategie per vincere

Non è cosa facile vincere nelle scommesse sportive. Ogni giocatore prediligerà determinate strategie devono variare anche a seconda delle circostanze facendo una lettura dei vari schemi e metodi di caso in caso.

Una delle prime cose da analizzare è l’ammontare del denaro che si vuole ottenere con la scommessa.

Grande ruolo è naturalmente giocato dalla fortuna ma uno esperto nel gioco sa anche contenere al minimo le inevitabili perdite che si possono avere. Quindi vi illustreremo alcuni consigli ed errori che si possono evitare per giocare nel modo più consapevole possibile.

È da tenere bene a mente che i bookmakers sono sempre avvantaggiati rispetto al giocatore, non bisogna perciò aumentare questo gap facendo errori evitabili. Forniremo a tale scopo consigli utili.

Focus: Le Scommesse Sportive

Tutti sappiamo in cosa consiste una “scommessa sportiva”. Tale pratica ha origini nel Regno Unito principalmente con le corse dei cavalli. I sistemi di queste scommesse si sono diffusi in tutto il mondo con qualche variazione dettata dalla normativa di ogni paese.

Alla fine dei conti una scommessa consiste nel rischiare una certa quantità di denaro sul risultato di un evento futuro.

Vincere: I fattori che contano

Esiste un gran numero di fattori che influiscono sulla vincita o meno di una scommessa, ma esistono anche diverse misure per aumentare le possibilità di successo e sono legate allo studio dell’evento prescelto. Spesso seppur non si ha una chiara visione della situazione l’intuizione può indirizzare verso la scelta giusta.

Per vincere le scommesse è necessario approfondire le proprie conoscenze sull’argomento, essere pazienti e agire d’astuzia. I bookmaker sono infatti delle aziende dotate di database e professionisti costantemente aggiornati ai quali è molto difficile che sfugga qualche dettaglio.

Come guadagnano i bookmakers

I bookmakers guadagnano milioni di profitti all’anno grazie soprattutto agli scommettitori casuali che fanno parte della maggioranza della clientela. Per vincere si deve sapere come viene gestito il denaro, le diverse modalità di scommessa e capacità analitiche.

Uno dei peggiori errori e più comune in cui incorrono i principianti è quello di cercare di recuperare velocemente le perdite in un momento di crisi, atteggiamento che a breve o a lungo termine peggiora la situazione.

I bookmakers hanno sempre un margine di profitto che nel peggiore dei casi si aggira tra lo 0,05 e 0,20. Inoltre gli importi in gioco sono forniti da specialisti che sanno gestire magistralmente le quote in base all’evento. Ad ogni modo il bookmaker, comunque vada l’evento prescelto, guadagnerà o da coloro che scommettono sul favorito o dall’altra fazione.

Scommettere su sport preferiti

Seppur ci siano tanti sport conviene sempre scommettere su quello che ci è più familiare. Il principiante dovrebbe concentrarsi al massimo su due o tre sport per poi specializzarsi sul preferito.
Il calcio è il più popolare degli sport e anche quello che genera il maggior giro di scommesse. Il calcio ha ben tre opzioni relative alla puntata a differenza di altri due sport anch’essi molto popolari quali basket e tennis che hanno solo due opzioni di gioco.

In ogni caso il profitto da variazioni delle quote è un fattore determinante per i risultati.

Bookmakers: Centri di scommesse e siti online

Negli ultimi tempi i siti online hanno riscosso molto successo seppur sono ancora più frequentati i centri scommesse. Entrambi hanno dei punti di forza e di debolezza e sono alla continua ricerca di nuove proposte per gli scommettitori. Il web ha il vantaggio che puoi puntare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Il maggiore vantaggio dei centri scommesse è invece l’anonimato in quanto non è richiesta nessuna registrazione nonchè la consulenza diretta degli operatori del centro.

Seppur tramite internet si può accedere a una grande quantità di dati e informazioni sugli eventi oggi i terminali per le scommesse che si trovano nei negozi offrono un servizio altrettanto utile. Inoltre lo scommettitore dei centri scommesse può beneficiare di un ambiente conciliante allo scopo.

Spiegazioni sulle quote delle scommesse

Uno dei primi dilemmi ai quali si incorre nelle scommesse riguarda le quote della posta da utilizzare. Queste sono di tre tipi, decimali, frazionarie e americane ma le più utilizzate sono le prime.

La quota stima la probabilità che viene data ad un particolare risultato relativo ad un evento. Se la quota prescelta è 2.00 signifia che lo scommettitore vincerà 2 euro per ogni euro scommesso.

Come si calcolano

I siti di scommesse hanno dei professionisti che studiano attentamente ogni evento per assegnare le corrette probabilità. Ad esempio per una partita di calcio raccolgono informazioni su infortunati, squalificati, formazioni, statistiche essere il più precisi possibile nella stima.

Per calcolare la probabilità che il bookmaker assegna ad ogni risultato basta fare la seguente divisione: 100/quota. Per fare un esempio pratico se per un determinato match una squadra è quotata 1.22 significa che per l’operatore tale squadra ha l’81.96% di probabilità di vincita. Quest’ultima è la così detta “probabilità implicita”.

Gli esperti consigliano di scommettere solo quando si considera che le possibilità reali siano superiori a quelle stabilite dai bookmakers in base a questa formula.

Quote e probabilità

Per calcolare la percentuale di guadagno del bookmaker su un determinato match basta calcolare e sommare tra loro le percentuali delle alternative disponibili, il margine di percentuale che va oltre il 100% è il guadagno dell’azienda.
Per fare un esempio se in un match la vittoria di una squadra è quotata 3.5, il pareggio 3.00 mentre la vittoria dell’altra squadra 2.25. Le percentuali relative ad ogni quota sono rispettivamente 28.57%, 33.33% e 44.44%la cui somma è 106.34%. L’eccedenza del 6.34% sul 100% è il guadagno per l’azienda. Tale guadagno in genere è compreso tra il 6% e il 10%.

La modifica delle quote

È molto frequente che i bookmakers modifichino le proprie quote nel tempo che intercorre tra la pubblicazione dell’evento e il suo inizio in quanto hanno bisogno di stabilire un equilibrio tra le diverse possibilità che presenta un evento.