Anteprima GP del Belgio

Lewis Hamilton riparte con ben 62 punti di vantaggio sul compagno di squadra Valtteri Bottas nel
campionato piloti.

Per Sebastian Vettel questo rientro invece significa un anno intero da quando ha vinto l’ultima gara.

Nel caso di Pierre Gasly, una retrocessione a Toro Rosso a seguito di una serie di spettacoli deludenti per la
Red Bull, attende il francese per l’ultima metà della stagione.

Il fatto che Gasly non sia durato fino alla fine della pausa estiva dimostra ancora una volta quanto possa
essere spietata la Red Bull.

Qualcuno si domanda se Alexander Albon possa riuscire dove Gasly ha fallito. Questa è la domanda da un
milione di dollari dato che il pilota thailandese-britannico si trova come nuovo compagno di squadra uno
come Max Verstappen.

Albon ora dovrà raggiungere un buon risultato in nove gare per potersi garantire il posto permanente come
secondo pilota della Red Bull per il 2020.

Come ha d’altronde twittato Albon stesso per lui questa è una grandissima opportunità.

Kimi Raikkonen ha stirato un muscolo alla gamba sinistra e il suo team Alfa Romeo ha chiamato in riserva
Marcus Ericsson ma il finlandese afferma di essere sicuro di poter correre nel Gran Premio del Belgio
nonostante l’infortunio.

Lewis Hamilton ci ha regalato un eccitante scontro al fine di raggiungere e superare Max Verstappen per la
sua ottava vittoria della stagione e ci sono tutti i presupposti che lo spettacolo di Formula 1 rimanga
altrettanto affascinante nella maestosa Spa-Francorchamps, una pista preferita dei piloti e l’ambiente
perfetto per riprendere.

Nonostante sia solo la metà della lunghezza della pista originale, a forma di triangolo, costruita nel 1921, il
percorso di 4,3 miglia, intorno alle montagne delle Ardenne, detiene ancora il titolo del circuito più lungo
del calendario.

La prova in salita di Eau Rouge fornisce ai guidatori una sensazione di guida sulle montagne russe.
Hamilton ha ottenuto 17 punti nel campionato del 2018 superando una Mercedes nel giro di apertura, poco
prima che una collisione di più auto causasse il dispiegamento della safety car.

Con una vittoria di 11 secondi sulla Mercedes, il ritmo di Vettel con la Ferrari appariva solido dopo
un’estate di armeggi a Maranello ma una striscia vincente di Hamilton in quattro gare, da Monza a Suzuka,
ha visto il combattimento sfuggire a Vettel, che è stato lasciato a riflettere su come il britannico abbia
conquistato il titolo numero cinque.

L’unica volta in cui un fine settimana di gara ha sorriso a Vettel è stato nel Gran Premio del Canada, a
giugno, dove ha preso la sua prima pole della stagione anche se poi gli è stata sottratta la vittoria dopo una
penalità di cinque secondi per guida pericolosa.

Hamilton e Vettel condividono tre vittorie ciascuno a Spa, il britannico, a differenza del tedesco, ha però
conquistato anche cinque pole position sul circuito.

Verstappen, nato a solo un’ora da Spa, gioca in casa e avrà ancora una volta l’appoggio appassionato dei
tifosi alle sue spalle in un evento europeo.

Il ventunenne non ha ancora un record brillante, di cui vantarsi, al suo Gran Premio di “casa”, il terzo posto
alla gara dello scorso anno è la sua posizione più alta nelle tre gare di Gran Premio che ha contestato qui
per Toro Rosso e Red Bull.

Durante la pausa di metà stagione ci sono stati molti altri momenti in Formula 1 da condividere, come
vedere Lando Norris e la leggenda della MotoGP Valentino Rossi a Silverstone, vedere Robin, il figlio di Kimi
Raikkonen fare un primo giro in pista come anche l’assaggio che è stato dato ai fan di come potrebbe
essere la Formula 1 del futuro, con immagini e video di un’iterazione dell’auto del 2021 rilasciati dal test
nella galleria del vento.

Insomma, anche nel prossimo campionato di Formula 1 ci sarà sicuramente da divertirsi, vedremo come lo
inizieranno i vari team nel prossimo Gran Premio del Belgio.

Lascia un commento