Australian Open: Roger Federer batte Tennys Sandgren nei quarti di finale

Roger Federer ha sfidato ancora una volta l’età e la logica per salvare sette match points prima di battere l’invisibile Tennys Sandgren in un sensazionale quarto di finale dell’Australian Open.

Lo svizzero fenomenale ha vinto in primo luogo le preoccupazioni sulla propria forma e sulle condizioni fisiche prima di vincere 6-3 2-6 2-6 7-6 (10-8) 6-3.

Il numero 100 al mondo Sandgren sembrava destinato a diventare il giocatore con il punteggio più basso per raggiungere le semifinali di Melbourne dal 1991.

Ma il terzo seme Federer ha lottato per vincere in tre ore e 28 minuti.

Il 20 volte campione del Grand Slam, che ha avuto un timeout medico nel terzo set per un problema all’inguine, sfiderà l’attuale campione difensore del titolo, il Serbo Novak Djokovic o il 32esimo seme canadese Milos Raonic nelle ultime quattro.

Federer ha alzato con calma la sua racchetta in aria, riscuotendo gli applausi di una folla ronzante sulla Rod Laver Arena, dopo che Sandgren ha centrato con un dritto la rete sul primo match point dello svizzero.

I due si sono stretti la mano alla rete, Sandgren augura la sua fortuna al rivale prima di ricevere a una standing ovation dai 15.000 fan a malapena in grado di credere ciò a cui hanno appena assistito.

“Devi essere fortunato a volte, lascia che te lo dico,” ha detto Federer. “Non sei sempre sotto controllo.

“Speravo solo che non avrebbe sprecato un occasione così, doveva solo tenere la palla in gioco e se avesse perso uno dei due, avrebbe visto cosa gli passava per la testa.

“Mentre la partita è andata avanti mi sono sentito meglio e la pressione è andata via.

“Non me lo merito, ma sono qui e ovviamente sono molto felice.”

Lascia un commento