Bottas vince il Gran Premio d’Australia con la Mercedes

MELBOURNE: Partendo secondo dietro alla pole di Hamilton, Bottas ha superato il britannico durante una partenza disordinata all’Albert Park e si è guadagnato la sua quarta vittoria a circa 20,80 secondi dopo un cambio gomme in ritardo.

Il secondo classificato, Hamilton, che è passato alle gomme a mescola media sette giri prima di Bottas, ha dovuto lottare per difendersi da Max Verstappen in terza posizione ed è stato fortunato che il pilota della Red Bull abbia fatto un uscita sull’erba prendendo così dei secondi importanti.

Bottas, che ha vinto la sua prima vittoria ad Abu Dhabi nel 2017, ha messo la ciliegina sulla torta aggiudicandosi un punto bonus per il giro più veloce sul circuito con un minuto 25,580 secondi.

“Non so cosa sia appena successo, la partenza è stata davvero buona, è stata sicuramente la mia miglior gara di sempre”, ha detto il finlandese.

“Mi sentivo così bene e tutto era sotto controllo. La macchina era veramente al top. Molto piacevole, ho bisogno di godermi questa giornata.”

“Sono così felice e non vedo l’ora che arrivi la prossima gara.”

Mentre Hamilton è stato costretto a sudare, le Frecce d’Argento si sono entusiasmate del fatto che il loro passo fosse sufficiente a trainare il branco di inseguitori.

“E ‘stato un buon fine settimana per la squadra”, ha detto Hamilton. “Oggi Valtteri ha guidato una gara incredibile, quindi l’ha meritato.”

Per la Ferrari, tuttavia, è stato un giorno che fa riflettere in quanto Vettel, quarto in classifica, e il quinto nuovo-arrivato Charles Leclerc si sono ridotti a lottare l’un l’altro per una posizione.

Nella battaglia a centrocampo, Kevin Magnussen è arrivato sesto per Haas, davanti al settimo classificato della Renault, Nico Hulkenberg.

E ‘stato un disastroso debutto in Renault per la promessa della scuderia Daniel Ricciardo, che è uscito sull’erba subito dopo la griglia e ha distrutto la sua ala anteriore su un dosso. Costretto a rientrare immediatamente per sostituirla, ha finito per ritirarsi a metà gara.

Anche il pilota della McLaren Carlos Sainz si è ritirato dopo essere uscito in corsia dei box all’11 ° giro con la sua auto in fiamme.

Prima della partenza, piloti e ufficiali di gara hanno mantenuto un minuto di silenzio alla griglia di partenza, in omaggio al defunto direttore delle corse di F1 Charlie Whiting e in ricordo delle vittime della sparatoria di massa in due moschee in Nuova Zelanda venerdì.

Lascia un commento