Conte: “L’Inter a un passo dalla vittoria”

Antonio Conte ha discusso i pericoli di giocare a porte chiuse contro Ludogorets e Juventus, ribadendo che l’Inter deve fare tutti i passi necessari per avvicinarsi e raggiungere la coppa.

Cristiano Biraghi e Romelu Lukaku hanno risposto dopo l’apertura di Cauly in una San Siro vuota, assicurandosi una vittoria per 2-1 nella serata, 4-1 in totale.

“Avevo già giocato a porte chiuse durante Italia-Croazia. È certamente una strana atmosfera e all’inizio può sembrare quasi una sessione di allenamento, il che è un atteggiamento pericoloso, ma i ragazzi hanno riportato la partita sulla retta via “, ha detto l’allenatore a Sky Sport Italia.

“Andiamo avanti, ho avuto l’opportunità di ruotare la squadra, dare più tempo a giocare ad altre figure che ne avevano bisogno e prendiamo solo gli aspetti positivi di questo pareggio”.

Conte ha anche provato una difesa a quattro a volte questa sera, con Christian Eriksen e Marcelo Brozovic insieme per la seconda metà a centrocampo.

“Dobbiamo lavorare sulle idee e trovare il ritmo in allenamento. Il rinvio del match contro la Sampdoria la scorsa settimana ci ha dato il tempo di provare qualcosa di nuovo, che può essere utilizzato all’inizio di una partita o durante i 90 minuti.

“Quando hai due attaccanti, è inevitabilmente più difficile per i centrocampisti. Per quelli che giocano con un centravanti, due ali o un trequartista, ci sono più giocatori pronti ad aiutare a difendersi.

“Abbiamo sempre bisogno di trovare il giusto equilibrio a seconda delle caratteristiche degli avversari contro cui ci troviamo”.

Considerando che sono ora negli ultimi 16, l’Inter può raggiungere l’Europa League?

“È giusto che una squadra come l’Inter partecipi a qualsiasi torneo cercando di ottenere il massimo risultato. Sono passati nove anni e alcuni mesi da quando l’Inter ha portato a casa la coppa, ma il club ha la tradizione e l’ambizione di puntare in alto.

“Cercheremo di fare il massimo, sapendo che la vittoria non arriva da un momento all’altro. È facile dire che vinceremo questo, quello e quell’altro, ma quelli che hanno vinto sanno quanto è dura e conoscono bene tutti i passi necessari per raggiungere quel punto “.

La resa dei conti per lo Scudetto di domenica controla Juventus, leader della Serie A, si giocherà anch’essa a porte chiuse, dato che Torino è una delle aree colpite dallo scoppio e diffusione del Coronavirus.

“Abbiamo iniziato questa serie di partite, c’è una partita importante in arrivo contro la Juventus. Una volta raggiunta la fine di questo primo periodo, capiremo quanto siamo distanti dalla vittoria. Sono convinto che questo ci darà maggiore chiarezza su dove siamo ora, la lunghezza della strada da percorrere e il lavoro che deve ancora essere fatto. “

Lascia un commento