Djokovic schiaccia Nadal per il settimo titolo dell’Australian Open e il 15 ° dello SLAM

Melbourne. Giá sette anni fa, all’Australian Open, Novak Djokovic batteva Rafael Nadal in una storica finale.

Domenica è stato lo stesso risultato, ma che è sembrato più come uno sprint di 20 metri grazie alla brillantezza di Djokovic.

Il serbo ha schiacciato un Nadal sconvolto di fronte a una sbalordita Rod Laver Arena, 6-3 6-2 6-3 per diventare il primo nella storia dell’Australian Open ad ottenere sette titoli.

Quella cinque-ore-53-minuti che nel 2012 lasciava entrambi i campioni senza fiato costringendo gli organizzatori a dare loro sedie (cosa molto insolita) durante l’assegnazione del trofeo? Non è mai successo prima.

Questa volta invece, al campione del mondo sono bastate solo due ore e quattro minuti per lasciare Nadal al secondo posto, in quella che è stata la finale maschile più sbilanciata a Melbourne, da quando Andre Agassi si è arreso al 5° contro il tedesco Rainer Schuettler nel 2003.

Djokovic ha vinto tutti tranne 13 dei suoi punti di servizio, registrando 34 punti in totale e nove errori insignificanti e assolutamente non sotto stress.

Il serbo si è aggiudicato il 15° torneo Grand Slam, uno in più di Pete Sampras. Nadal rimane a quota 17, a meno tre da Roger Federer, ancora leader indiscusso con 20 titoli.

Lascia un commento